Silenzi di porpora: un buon thriller per l’estate

Nell’era del giallo e noir arriva dal profondo e bellissimo sud un “consiglio letterario” che solletica la mia attenzione e probabilmente anche quella di tanti altri appassionati di crimini e investigazioni, che siano o meno addetti ai lavori.

LucaChianelliIl collega cosentino, Dr. Luca Chianelli, responsabile de CIS (Centro Investigazioni Scientifiche), grande amico e brillante criminalista, esperto di balistica forense, appassionato di Fabrizio De Andrè e lettore di serie A mi ha suggerito un autore che non ha bisogno di presentazioni, il Maggiore dei RIS di Messina Carlo Romano.

Carlo_Romano“Silenzi di porpora” (Falco Editore) è di sicuro un romanzo avvincente, un esordio letterario che ci trasporta fin dentro le indagini effettuate dal neocapitano del R.I.S. – Reparto Investigazioni Scientifiche – Giovanni Raimondi, per stanare un serial killer definito il “mostro dei mosaici umani” raccontando una serie di delitti legati da un misterioso velo di porpora e messi in scena con cruda efferatezza.

Raimondi viene messo alla prova di fronte a un macabro rebus: all’interno dei musei delle più grandi città siciliane vengono ritrovati, ogni volta, due cadaveri (un uomo e una donna) fatti a pezzi e ricomposti in un terrificante mosaico.

Inizia così per Raimondi e i suoi abili collaboratori una corsa contro il tempo per fermare l’assassino (o l’assassina?), tra sopralluoghi, complesse analisi e ricerche, che condurranno l’ufficiale e la sua squadra a un’agghiacciante verità.

Esperto dell’analisi della morfologia delle tracce di sangue sulla scena del crimine, avendo seguito apposito corso diretto dal prof. Herbert Leon MacDonell – Università di Corning NY, il Maggiore Carlo Romano, già in forze al RIS di Roma dal 2001 al 2004, ha condotto indagini, in questi anni, sui più gravi ed efferati delitti, su incarico di gran parte delle Procure della Repubblica dell’Italia centro-meridionale. In particolare, si è occupato, in qualità di perito del giudice, del noto caso di presunte molestie sessuali su minori della scuola materna “Olga Rovere” di Rignano Flaminio.

E’ stato impegnato, in qualità di consulente del procuratore della Repubblica di Castrovillari, in delicati accertamenti relativi al noto caso di presunto suicidio del calciatore del Cosenza Denis Bergamini, avvenuto nel novembre del 1989.

Tra i più recenti noti casi risolti si ricordano l’omicidio di un insegnante in pensione, avvenuto a Montallegro (AG), in cui l’assassino è stato individuato grazie a una traccia di sudore lasciata su un frammento di “Scottex” in cucina; l’omicidio accaduto a Lipari la notte di Natale 2011, risolto grazie al rinvenimento di microtracce di sangue dell’assassino nel bagno della casa della vittima; l’omicidio di un’anziana donna a Santa Caterina di Villarmosa (CL), risolto grazie al rinvenimento di tracce da contatto dell’assassino sull’arma del delitto rappresentata da un bastone. Diversi sono stati inoltre i casi di omicidio risolti dal Maggiore Romano grazie alla tecnica della B.P.A. Tra questi, l’omicidio di una donna, colpita alla testa con un oggetto contundente e successivamente sgozzata dal genero,  inchiodato da alcuni schizzi di sangue presenti sui suoi indumenti.

Attualmente, tra i numerosi casi giudiziari di cui si sta occupando, è impegnato quale consulente della Procura Generale della Repubblica di Catania, in complesse analisi genetiche relative all’omicidio della diciannovenne Valentina Salamone, per la quale i suoi aguzzini avevano messo in scena un finto suicidio in una villetta di Adrano, piccola cittadina alle porte di Catania, nell’estate del 2010.

Assicura che ciò che accade quotidianamente nei territori di sua competenza (Sicilia e Calabria) è a volte assai più crudo ed efferato di quanto ha scritto.

Così l’editore, dott. Michele Falco, su Carlo Romano: “Leggendo il romanzo del Maggiore Carlo Romano, io e il mio staff siamo rimasti subito colpiti dalla fluidità della scrittura, dalla capacità dell’autore di porre il lettore all’interno delle ambientazioni descritte e dal ritmo avvincente di un thriller davvero mozzafiato che dalla prima all’ultima pagina ha la straordinaria capacità di far rimanere chi lo legge incollato al libro e, credetemi, veramente col fiato sospeso. So di essere di parte ma posso assicurare che Silenzi di porpora di Carlo Romano non ha nulla da invidiare alle opere dei più blasonati autori di thriller nel panorama internazionale.” 

Se tutto questo vi ha incuriositi, il Maggiore Romano vi aspetta in libreria con i suoi silenzi di porpora, vi terrà compagnia, magari sotto l’ombrellone e di sicuro, non vi pentirete della scelta!

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY