ULTIME

Sconcertante, terribile, orrendo, innaturale, macabro, chi più ne ha più ne metta. Perché inizio con degli aggettivi? Perché le ricostruzioni giornalistiche del caso di cui...

Negare nuovamente a Massimo Bossetti la possibilità di una misura di custodia cautelare alternativa, quale è quella degli arresti domiciliari con l’utilizzo del braccialetto...

Nell'era del giallo e noir arriva dal profondo e bellissimo sud un "consiglio letterario" che solletica la mia attenzione e probabilmente anche quella di...
IL LATO OSCURO DELL'ANIMO UMANO
IL LATO OSCURO DELL’ANIMO UMANO

IL LATO OSCURO DELL’ANIMO UMANO

CRIMINAL PROFILING E PROFILO PSICOPATOLOGICO DEL SERIAL KILLER

Lo scopo che il saggio si propone è quello di affrontare in maniera sistematica ed esaustiva la trattazione di due argomenti certamente interessanti: il criminal profiling, ovvero la disciplina psicologico/investigativa che si occupa di ricostruire il profilo di personalità del reo, e la psicopatologia che, non di rado, costituisce il substrato su cui poggia l’infermità mentale nei contesti degli omicidi seriali. Il percorso partirà, quindi, da una disamina storico–scientifica di quelli che sono a tutt’oggi considerabili come i precursori del moderno criminal profiling, per poi articolarsi attraverso i vari modelli di “costruzione dei profili” e le metodologie utilizzate nell’identificazione e classificazione dei criminali in ambito internazionale. Il leit motiv sarà costituito dall’analisi della parte “oscura” della psiche umana, dell’ombra che domina la mente di ognuno di noi e delle motivazioni interne che spingono taluni, a dispetto di altri, a compiere gesti che, talvolta, passano alla storia come veri e propri emblemi di crudeltà.